Eurovision Song Contest 2022 – Tutto quello che c’è da sapere sul festival di quest’anno

Notizie

“L’Eurovision Song Contest”, la più seguita gara musicale a livello mondiale, si proietta ogni anno dal 1956 sugli schermi di milioni di persone. Vediamo in breve come funziona il contest e le peculiarità dell’edizione di quest’anno.

Organizzata dall’EBU (European Broadcasting Union), un consorzio di tutte le emittenti pubbliche di una vasta maggioranza di stati Europei, viene seguito annualmente da più 200 milioni di persone da tutto il mondo. Il format prende spunto dal nostro Festival di San Remo e ogni nazione in gara presenta un’esibizione in sfida contro le altre, testa a testa, in due semifinali e una finale.

Il Paese vincitore della finale avrà l’onore di poter ospitare il prossimo contest nel proprio territorio nazionale l’anno seguente, infatti oltre ad essere un ottimo booster per il turismo, il contest è anche fonte di grandissimo profitto sia per le emittenti sia per le città ospitanti.

Come risaputo, i Maneskin hanno vinto la scorsa edizione dell’Eurovision 2021 a Rotterdam, assegnando così il trofeo della vittoria all’Italia, che ospiterà il prossimo contest. È da settembre infatti, sotto responsabilità della RAI (radiotelevisione Italiana), il dovere di organizzare l’edizione di quest’anno che si terrà al Pala Olimpico di Torino il 10-12-14 maggio.

Con lo slogan “The sound of Beauty” (Il suono della bellezza), tre conduttori di fama mondiale (Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan) e un palco che secondo varie indiscrezioni è ritenuto tra i migliori degli ultimi anni, è palese che la RAI si stia preparando al meglio per ospitare un evento di tale calibro.

È un dato di fatto che l’edizione di quest’anno sia molto “italiana”. Dalla nostra canzone “Brividi” di Mahmood e Blanco, vincitori di Sanremo 2022, a “Stripper” Di Achille Lauro, che si esibirà con San Marino, fino ad arrivare a Malta, Con “Emma Muscat” con la sua canzone “I Am What I Am”, cantante di origini maltesi che ha una grandissima carriera già avviata qui in Italia.

Tra le canzoni favorite alla vittoria, quest’anno troviamo:

  • Al Quinto Posto: La Grecia con “Die Together” di Amanda Tenfjord;
  • Al Quarto Posto: Il Regno Unito con “Space man” di Sam Ryder;
  • Al Terzo Posto: La Svezia con “Hold me closer” di Cornelia Jakobs;
  • Al Secondo Posto: L’Italia con “Brividi” di Mahmood e Blanco;
  • Al Primo Posto: L’Ucraina con “Stefania” di Kalush Orchestra (posizione così elevata forse anche in segno di solidarietà, viste le condizioni attuali di questo paese).

Queste canzoni e tutte le altre in gara sono disponibili online o sulla pagina YouTube del contest.

Sharing is caring!