Gli Oasis, una band che vive nei ricordi

Dalla scuola Intrattenimento

 

“And all the roads we have to walk are winding

And all the lights that lead us there are blinding

There are many things that I would like to say to you

But I don’t know how

Because maybe

You’re gonna be the one that saves me

And after all

You’re my wonderwall”

 

Così cantavano gli Oasis,un gruppo rock britannico formatosi a Manchester nel 1991, i cui maggiori esponenti sono i fratelli Gallagher, Noel e Liam.
Gli Oasis sono state una delle band di maggior successo degli anni novanta che ha pubblicato 11 album e molti dei suoi singoli sono stati al primo posto nella classica del Regno Unito e nella top 10 inglese.
Oltre al loro genere “Britpop”, stile musicale assia gradito all’epoca, furono i loro continui litigi ad attirare l’attenzione da parte dei medi. Proprio queste discussioni, con il passare del tempo, portarono allo scioglimento del gruppo nell’agosto del 2009.
Fu proprio sul finire di quella che sarebbe stata la loro ultima tournèe, che Noel Gallagher comunicò ufficialmente il proprio abbandono alla band, dopo aver lasciato il palco del Rock en Seine a pochi minuti dall’esibizione, sancendo la fine del gruppo.
Sicuramente in molti avranno provato curiosità per le vere motivazioni che hanno portato allo scioglimento la band nel 2009.
Non è difficile immaginare come i soldi e la fama abbiano influito negativamente su caratteri già di per sé spigolosi.
Le origini degli attriti tra i due fratelli risalgono all’ambiente astioso delle famiglie, appartenenti alla classe lavoratrice, dal padre violento, dal fatto di avere un’enorme voglia di riscatto sociale, quella che non è facile placare con il successo, ma straborda sempre in mille modi diversi con rabbia, scenate, gelosie e molte, moltissime discussioni.
Più volte è accaduto che i litigi tra i due portassero la band a sciogliersi, anche se solo temporaneamente, o ad annullare date e contratti.
Noel è stato l’autore della maggior parte delle canzoni della band, e quindi coi diritti d’autore guadagnava molto di più di suo fratello Liam.
In seguito alla rottura del gruppo, i fratelli non si parlarono più, comunicando soltanto a mezzo stampa, continuando a insultarsi.
Il tutto, come è ovvio che sia, è anche uno spettacolo a sé, un pezzo di storia della band che ne caratterizza le origini, i testi e l’attitudine. Dal 2009 in poi gli Oasis non ci sono più. Ma i due decenni di attività, iniziati nel 1991, sono rimasti vivi nelle discussioni pubbliche, nelle riviste e tra gli appassionati.
Infatti questo gruppo musicale, ancora oggi, viene mantenuto vivo dai suoi fans e dalle nuove generazioni che, stranamente, conoscono i loro brani a memoria. Alcune delle loro canzoni erano, sono e saranno per sempre degli inni generazionali e…  chissà? -Riusciremo mai ad assistere ad un altro concerto degli Oasis?

Sharing is caring!