Giornata mondiale della poesia

Accadde Oggi Cultura

La Giornata Mondiale della Poesia si celebra il 21 marzo ed è stata istituita nel 1999 dall’UNESCO. ‘Creata con parole, colorata con immagini, scolpita con la giusta metrica, la poesia ha un potere che non ha eguali. Il potere di scuoterci dalla vita di tutti i giorni e il potere di ricordarci la bellezza che ci circonda e la resilienza dello spirito umano’. Queste le parole di Audrey Azoulay, Direttrice Generale dell’UNESCO, per il tradizionale messaggio in occasione del 21 marzo. 

La poesia è un’arte che accompagna l’umanità sin dagli albori dei tempi. In versi sono stati scritti i più antichi poemi e ancora oggi questa modalità espressiva viene usata da molti e per svariati motivi. C’è chi scrive per passione, chi per diletto, chi scrive per gli altri e chi per se stesso. Tuttavia la poesia accompagna non solo lo scrittore, ma anche il lettore. Le poesie ci accompagnano sin dall’età più tenera, quando dovevamo impararle come compito per esercitare la memoria. Poi le abbiamo ritrovate studiando le epoche e i vari autori: Omero, Petrarca, Keats, Whitman, Emily Dickinson, Leopardi, Baudelaire, Montale, Alda Merini. I versi che abbiamo più amato rimarranno con noi per sempre e riaffioreranno dalla nostra memoria nei momenti più inaspettati. 

Quest’anno la Giornata Mondiale della Poesia cade nel giorno del novantesimo anniversario della nascita della poetessa italiana Alda Merini, e proprio alla Merini appartengono i versi sublimi che mirabilmente descrivono  la figura del poeta:

I poeti lavorano di notte
quando il tempo non urge su di loro,
quando tace il rumore della folla
e termina il linciaggio delle ore.
I poeti lavorano nel buio
come falchi notturni od usignoli
dal dolcissimo canto
e temono di offendere Iddio.
Ma i poeti, nel loro silenzio
fanno ben più rumore
di una dorata cupola di stelle.

 

Sharing is caring!