“Imagine”: il sogno di Lennon è vivo ancora

L'opinione Musica

di Fabiana Indrieri

Le note avvolgono, lievi, ma sono le parole che fanno sognare ancora: Imagine compie oggi 49 anni, e non li dimostra affatto! E il suo inno a un mondo migliore, alla fratellanza e alla speranza, a un futuro senza armi e guerre, sembra non  dover mai tramontare.

La canzone di John Lennon, considerata uno dei migliori brani musicali di tutti i tempi, ha attraversato le generazioni, perenne punto di riferimento per tanti giovani. È piaciuta e piacerà sempre, perché dà voce alla parte più nobile dell’animo, quella capace di concepire e di cantare un’umanità migliore.

Roba da sognatori? Forse sì, But I’m not the only one… e sognando tutti insieme le cose sono cambiate e possono cambiare ancora.

Perché l’immaginazione e il sogno accompagnano e alimentano la speranza, nutrono l’azione e innescano il cambiamento: quello verso un mondo diverso, fatto di pace e fratellanza, un mondo ideale, forse possibile.

Sharing is caring!