Impeachment contro Trump: fine carriera?

Attualità

di Simone Scarlata

È presidente della Camera dei Comuni Nancy Pelosi l’autore del processo, iniziato dopo la rivelazione di un abuso di potere di Trump nei confronti del presidente dell’Ucraina Zelensky.

Bisognoso di un forte sostegno per le vicine elezioni del 2020, il presidente degli Stati uniti avrebbe infatti ordinato a Zelensy di aiutarlo nella pubblicazione di accuse contro i suoi avversari politici. E questo, temendo che l’aiuto promesso nella sua guerra contro le forze separatiste supportate dalla Russia, si vede obbligato ad accettare.

L’impeachment ha inizio il 24 Settembre 2019, il giorno dopo l’informatore viene chiamato al Parlamento, dove nuovamente afferma le sue accuse, ed il 26 Settembre la faccenda viene finalmente resa di dominio pubblico. Quindi, a seguito di molteplici testimonianze, il 31 Ottobre la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti vota per procedere formalmente con l’inchiesta, con l’approvazione di 232 rappresentanti.

Da allora sono comparse praticamente ogni giorno nuove accuse contro il presidente Trump, e dopo due mesi la situazione sta divenendo sempre più grave: intrighi, corruzione ed accordi stanno pian piano emergendo. E potrebbero segnare la fine della sua carriera.
 

Sharing is caring!